loading...

Una vecchietta va a fare la spesa ma viene Insultata perchè non rispetta l’ambiente. LA sua risposta zittisce tutti!

Una vecchietta va a fare la spesa e chiede alla cassiera un sacchetto di plastica per conservare I suoi acquisti. La cassiera non perde occasione per rimproverare la nonnina dicendole:“la sua generazione non comprende il movimento ecologista. Noi giovani stiamo pagando per la vecchia generazione che ha sprecato tutte le risorse!
La vecchietta ribnonnaatte dicendo:“mi spiace signorina se al mio tempo non c’era nessun movimento ecologista

loading...

La cassiera non contenta rivolgendosi alla vecchia signora aggiunge: “sono persone come lei che hanno rovinato tutte le risorse. Proprio perchè voi non facevate nulla per proteggere l’ambiente.
Fu in quel momento che la vecchietta sbottò facendo notare alla irriverente cassiera che era proprio alla sua epoca che non si parlava di movimento ecologista ma si agiva per il bene dell’ambiente. La vecchietta cominciò dicendo: “quando ero giovane le bottiglie di vetro si riciclavano veramente senza essere molto creativi, noi riportavamo le bottiglie di vetro in negozio.
Da lì poi venivano rimandate in fabbrica per essere lavate, sterilizzate e utilizzate nuovamente. La carta e I sacchetti di carta si usavano più volte e quando erano ormai inutilizzabili si usavano per accendere il fuoco per cucinare o riscaldarsi. Non esisteva l’umido perchè serviva per sfamare gli animali
Ma lei ha ragione: noi non conoscevamo il movimento ecologista.
Ma le dico di più: “ai miei tempi non esistevano ascensori e scale mobili, si salivano le scale a piedi. E pecassierar andare a comprare il pane non prendevo l’automobile, ma facevo due passi a piedi.

Lavoravamo la terra e non usavamo tagliaerba elettrici o trattori a benzina. Lavoravamo fisicamente! E non avevamo il bisogno che ha lei di andare in palestra per correre su un tapis roulant che spreca elettricità.
Ma sa, è proprio vero, noi non avevamo idea che potevano inventarsi un movimento ambientalista.
Lei non ci crederà signorina, ma non non sapevamo neanche cosa fossero assorbenti e pannolini usa e getta: per noi esistevano dei pezzi di stoffa che venivano continuamente lavati a mano.
E per asciugarli non usavamo le asciugatrici ma mettevamo una corda alla finestra dove si mettevano ad asciugare.
Gli uomini per farsi la barba rimpiazzavamo le lame di un rasoio e non cambiavano un rasoio al primo uso.
Ma, è vero, noi non conoscevamo il movimento ambientalista.
E se vuole continuo dicendole che in cucina, non disponevamo di robot magici che consumando quantità indefinite di elettricità le preparano la cena, noi ci mettevamo in cucina a preparare I pasti in modo semplice con le poche pentole che avevamo. Quando avevamo sete andavamo a bere alla fonte, riempivamo qualche bottiglia di vetro che era rimasta, non avevamo tazze e bottiglie di plastiva da usare e buttare.
E posso dirle che noi facevamo tutto ciò senza conoscere il suo movimento ambientalista.

E sa I miei figli andavano a scuola in bicicletta, non avevano una mamma che faceva il servizio taxi h24 per andarli a prendere e lasciare. La loro cartella serviva fin quando non si rompeva, I quaderni se non finivano servivano per l’anno seguente, le penne, le gomme e I colori erano un lusso che duravano fin quando non finivano. E non era come oggi che persone ecologiste come lei comprano un astuccio ogni inizio di anno scolastico al proprio figlio, che usano delle penne usa e getta, e che tutti gli accessori scolastici devono essere del personaggio dei cartoon alla moda e appena passa la moda si cambiano accessori per non rimanere indietro.
Ma io purtroppo non conoscevo il movimento ecologista!

Le dico l’ultima e me ne vado cara la mia signorina: vivevo in una casa dove esisteva solo una presa di corrente per stanza, ed ero fortunata a quel tempo. Ma lei non potrà mai capire come funzionava, perchè è abituata ad avere una serie di multiprese, ormai indispendabile per ricaricare cellulari, computer, videogiochi e tutti quegli accessori che io sconosco perchè sono vecchia.
Allora non mi faccia inc***are con il suo movimento ecologista.

La verità è che al mio tempo non si conosceva ancora la pillola, sarebbe stata una benedizione per evitare di generare idioti come lei. Convinti di sapere tutto, di aver inventato tutto, che invece non hanno mai imparato una poesia a memoria, che non hanno mai preso un libro in mano se no per posarlo da un altro lato, che pensano che beethoven, sia un grande cane, che ugo foscolo sia il nome di una via e che credono comunque di poter dare lezioni dall’alto della loro ignoranza!”

Ma la differenza è che io non conosco il movimento ambientalista… lei si! Ma probabilmente no ne conosce il vero significato!”
Se il messaggio di questa piccola vecchietta ti è piaciuto diffondilo come puoi ma evita di stamparlo.
Sai, non sono ecologista ma rispetto l’ambiente come faceva mia nonna!

Lascia un commento