loading...

Non comprate olio d’oliva a 3€ ! Non è olio!” Ecco il video choc per capire

Certe volte, nelle navi che trasportano l’olio, trasportano anche molto altro, come idrocarburi. A volte, nell’olio introducono anche altre sostanze non salutari. Inoltre, se arriva in Italia attraverso la Tunisia, ma passa per la Spagna, in automatico è considerato olio prodotto nella Comunità Europea.

loading...

Bisogna stare davvero attenti a ciò che si compra, e ricordare un qualcosa di importante: l’olio che costa 3 euro o anche meno o anche qualcosa in più, molto spesso è di scarsissima qualità, e viene anche allungato con altro.
In questi tipi di olii poco costosi, che talvolta prodotti in parte all’estero e importati da aziende italiane che allungano il tutto con una minor quantità di olio italiano, vi sono tanti additivi dannosi e altre sostanze poco consigliabili da ingurgitare.

Mangiare bene è un diritto del consumatore, il quale appunto deve poter sapere che cosa è davvero ciò che compra. L’olio di oliva miscelato con l’olio cattivo fatto senza olive, arriva nei supermercati italiani ed ha un costo bassissimo, così basso che ovviamente l’olio italiano di qualità che magari costa 7-10 euro a litro o di più, non può competere.

In più questi olii di bassa qualità e prezzo molto contenuto vengono messi sullo stesso scaffale degli olii che costano di più, ed è chiaro che molti consumatori tenderanno a scegliere l’olio meno costoso, e per dei motivi del tutto ovvi. Ma come detto, questi olii a prezzo stracciato, a volte italiani ma trattati chimicamente anche con dell’olio prodotto all’estero fatto senza olive, sono un qualcosa che danneggia la salute del consumatore.

Occorre sapere che alcuni ingredienti dannosi alla salute, possono contraffare il prodotto relativo all’olio extravergine d’oliva, riuscendo a produrre un olio che somiglia nell’aspetto e in parte nel gusto a quelli prodotti per davvero con le olive. Tutto ciò si rivela essere allarmante, ma chiaramente per aggirare almeno in parte il problema, la soluzione c’è: se un olio di oliva costa troppo poco, è evidente che non è un prodotto su cui trarre affidamento. Perché in quel caso, anche se italiano, si tratta di un olio miscelato con vari olii, tra cui quello cattivo in maggiore quantità che successivamente verrà anche trattato chimicamente, proprio per conferirgli un gusto e un colore gradevole.

Addirittura, un agricoltore toscano consiglia di non comprare olii a 3 euro perché dentro non c’è proprio oliva. Magari esagera, tuttavia il messaggio che vuole dare è chiaro, anche considerando quanto fin qui espletato.

Pertanto, ricapitolando: alcune aziende italiane, miscelano l’olio di oliva e/o di vari altri tipi con olio cattivo fatto senza olive proveniente dall’estero, per poi trattare eventualmente il tutto con additivi chimici che ne migliorano gusto e colore.
Viene così prodotto un “olio italiano” miscelato con vari olii comunitari, ma una parte importante di questi olii proviene da paesi persino non comunitari, che non sono veri olii di oliva. Di questo parla il video qui propostovi.

Lascia un commento