loading...

La farsa dei fari accesi anche di giorno? Ecco il motivo! Allucinante cosa ci nascondono

(Visto 7 volte, 1 visite oggi)

Vi siete mai chiesti per quale motivo dobbiamo tenere i fari accesi durante il giorno, quando magari c’è un sole accecante e non ce n’è assolutamente motivo? Sarà per motivi di sicurezza? Negli altri paesi d’europa non vige questo obbligo, allora perché in Italia si?
222

loading...

Se ci sono pioggia battente, nebbia o condizioni di visibilità ridotta questo obbligo, viene seguito naturalmente da tutti, ma con il solo per quale motivo è un obbligo? Qui c’è ancora una volta aria di presa in giro e tiriamo fuori un paio di cifre da un libro: “Un futuro senza luce?”. In questo libro sono descritti i vari passaggi che permettono di calcolare che con i fari accesi anche di giorno, il consumo annuo di carburante in più è di 41 litri a veicolo.

Questo è dovuto all’aumento dell’energia necessaria all’alternatore per permettere alle luci di funzionare. Se si considera che gli automezzi in circolazione a fine 2002 erano circa 37,5 milioni, l’incremento complessivo dei consumi oscilla intorno a 1 miliardo e 500 milioni di litri. Questo naturalmente comporta anche un aumento delle emissioni di diossido di carbonio.

Ma perché tutto questo? Perché se si calcola quanto le tasse incidano su questi enormi consumi di carburante, salta fuori che l’erario con questa mossa incrementa annualmente gli incassi di circa 1 miliardo di euro. Che dire? Che non stupisce se i governi che si sono avvicendati negli ultimi anni non hanno abrogato questa legge. E che se l’ambiente piange il governo ride, alla faccia della legge e della nostra salute.

Forse sarebbe meglio spegnere i “riflettori” e far calare il sipario su questa farsa, se non altro per i costi raggiunti dai carburanti, e per i costi ed i rischi associati all’estrazioene del petrolio. Quelli che la BP e decine di altri incidenti ultimamente ci hanno ricordato.

FONTE: Il Fatto Quotidiano

Lascia un commento