loading...

Finalmente! Addio al bollo dell’auto e al passaggio di proprietà. Ecco la decisione del governo…

(Visto 35 volte, 1 visite oggi)

01-1Nelle scorse settimane si è discussa la possibilità di abolire il bollo auto. Si tratta di una misura ambiziosa, che costerebbe alle Regioni ben 6 miliardi di euro circa, il che ovviamente pone dei problemi sicuramente molto rilevanti, e sotto questo aspetto è chiaro che se tutto ciò divenisse realtà, servirebbe trovare poi un modo per ricavare tale denaro altrove. “Forse già nella prossima legge di Stabilità e comunque entro la fine della legislatura” dice il premier Matteo Renzi, tutto ciò diverrebbe realtà, proprio come già sperimentato per quanto concerne l’abolizione dell’Imu sulla prima casa. Ma emergono dei significativi dubbi a tale riguardo circa la reale possibilità di adottare una misura del genere.

loading...

Il bollo auto, una tassa che interessa quasi 50 milioni di veicoli, vale esattamente 5,9 miliardi di euro, ed insieme alla addizionale Irpef, si rivela l’unica entrata di cui le varie regioni dispongono per quelle che sono le spese che non fanno riferimento alla sanità, ovvero sono relative al sociale, ai trasporti, al lavoro, alle infrastrutture. Il leghista Massimo Gravaglia spiega che il bollo auto copre in media “il 30% della parte non sanitaria del bilancio regionale”. Ciononostante, il governo attuale vorrebbe appunto trovare il modo per abolire tale imposta, senza rischiare di ritrovarsi i vari governatori di regione contro.

Tra le tasse che gli italiani percepiscono tra le più odiose vi è appunto il bollo auto, e non va escluso che l’operazione potrebbe cominciare gradualmente, iniziando ad alleggerire il peso su alcune categorie: tassi sui passaggi di proprietà, auto storiche, nuove immatricolazioni, ecc.

Il peso del bollo auto, anche questo merita di essere evidenziato, è diverso e cambia in base ai territori, e sono anche diverse le percentuali di evasione. Ad esempio, nel Lazio il gettito annuale corrisponde a 700 milioni di euro, con l’evasione che ammonta a circa 200 milioni. In Lombardia il gettito del bollo è pari ad un miliardo, e l’evasione corrisponde al 5-6%. Vanno mediamente 106 euro ogni anno al fisco, ma esiste un’alto tasso di variabilità a seconda della regione, passando da 180 euro a 63 euro, ed il tutto, spiega il direttore Aci del Servizio Gestione Tasse Automobilistiche Salvatore Moretto, si spiega da una ragione semplice, legata a due motivi principali, l’evasione e la qualità del parco auto, che va dai veicoli più inquinanti ai territori più ricchi ove a circolare sono diversi Suv.

Inoltre, i governatori hanno varato anche diversi sconti ed esenzioni, o per gli autoveicoli di nuova generazione ossia ibridi, o per i veicoli che vanno a metano e a GPL. Malgrado ciò, il bollo è comunque considerato un qualcosa di fastidioso da pagare, pertanto il governo ha intenzione di adottare una misura che possa essere molto popolare presso i cittadini. Vedremo, eventualmente in futuro, quali conseguenze si avranno per ciò che appunto riguarda le regioni.

Lascia un commento