loading...

Come sgonfiare uno stomaco dilatato in pochi minuti

(Visto 160 volte, 1 visite oggi)

Quanto vi proponiamo potrebbe tornare utile per davvero, e si tratta di un semplicissimo esercizio fisico utile a ridurre lo stomaco dilatato. Trattasi di un esercizio che si rivela davvero molto diffuso per coloro i quali praticano yoga, e si tratta di un aiuto utile a rafforzare gli addominali nonché a ridurre il giro vita, e il tutto può dare risultati significativi nel giro di 3 o 4 settimane. Come funziona tale esercizio?

loading...

Al fine di riuscire a ottenere i risultati sopra esposti, quello che bisogna fare si rivela essere decisamente semplice, ma richiede comunque una certa costanza. Quanto vi spiegheremo di seguito dovrò essere fatto 5 volte di fila, e sebbene all’inizio potrebbe apparire difficile, col tempo i muscoli si abitueranno e ogni volta vi risulterà sempre più facile fare il tutto.

La prima operazione da fare consiste nello sdraiarsi sulla schiena con le braccia che dovranno essere mantenute vicine al corpo. Facendo questo, le ginocchia dovranno essere piegate e bisogna inoltre rilassare i muscoli. Oltre a ciò, occorre espirare in modo lento, permettendo all’aria di uscire dai polmoni.

La seconda operazione riguarda l’allungamento dello stomaco. In che senso? Esso dovrà essere ritirato, e in questo attimo non bisogna respirare. Tale posizione dovrà essere mantenuta per almeno 10-15 secondi.

Tentando di mantenere all’indietro lo stomaco, è importante respirare lentamente per un periodo pari a 10-15 secondi, ispirando mantenendo contratti i muscoli.

Infine, occorre fare uscire l’aria dai polmoni, ritirando il più possibile lo stomaco, per poi respirare.

Fatto il tutto, si potrà avvertire una leggera tensione ai muscoli dello stomaco, il quale dovrà essere messo in una condizione di rilassamento, stando attenti a non ispirare mentre lo si fa.

Questo esercizio promette per l’appunto di rinforzare gli addominali e ridurre il giro vita dando i primi risultati significativi nel giro di 3-4 settimane: vale la pena di provare, anche considerando che l’operazione sopra descritta va ripetuta solamente 5 volte al giorno.

Lascia un commento