loading...

(Attenzione Fate Girare) Hai una carta come questa? Stanno facendo una strage! (VIDEO)

Il mondo del web ha facilitato tantissime transazioni di denaro, ma da questo punto di vista c’è da segnalare un qualcosa che dovrebbe mettervi tutti in guardia: vista la facilità con la quale è possibile trasferire il denaro, ecco allora che i truffatori si muovono anche in direzione internet, nel tentativo di rubare dati personali o direttamente di rubare denaro, a seconda dei casi.

loading...

Occorre fare molta attenzione, perché i truffatori sono molto astuti e di seguito vi spieghiamo come di solito agiscono.
Normalmente, una persona va su internet per lavoro oppure per svago, quando gli arriva un messaggio strano, dove gli si fanno delle richieste di denaro oppure richieste di numero di carta di credito, pin e dati personali di vario genere. Ebbene: come scongiurare pericoli di questo genere?
C’è da considerare che tali messaggi non sono semplicissimi da riconoscere in quanto farlocchi, perché adoperano lo stesso logo delle poste. Dunque come fare? Semplicemente la seguente cosa: ogni volta che vi risulta che poste vi chieda denaro, ignorate ogni cosa, chiudete la finestra del messaggio, e se si tratta di una email cancellatela. Avrete risolto ogni problema in questo modo, perché in realtà poste non vi chiederà mai tramite il web dei dati sensibili spontaneamente.
E in ogni caso non siete obbligati a dare a nessuno i vari codici relativi alla vostra postepay come anche delle altre carte di credito. Dunque non fare nulla è l’unica possibilità per evitare rischi e furti.
Chi è molto attento sa benissimo che si tratta di cose volte a truffare gli internauti, perché se ne accorge da determinati dettagli. Queste persone che sanno già che si tratta di una truffa fanno esattamente ciò che dovrebbero fare tutti gli altri: come detto, ignorare messaggi di questo tipo, e cestinarli.

Di seguito vi proponiamo un video interessante che affronta proprio questo tipo di problemi, e nel caso del video in questione si tratta dell’e-mail, che sembra provenire da poste ma in realtà si tratta di un sistema di truffa proveniente dall’estero.

Lascia un commento